More share buttons
Condividi con i tuoi amici










Inviare
Articoli

Sento aria di Mani Pulite

Torniamo sugli applausi. Non se ne è parlato abbastanza. Non so a voi, ma a me hanno fatto paura. Sono della stessa natura degli applausi che ho sentito molti anni fa, gli applausi che il “popolo” tributava ai presunti nuovi paladini dell’onestà, della pulizia, della virtù. Mi hanno ricordato gli applausi di Mani Pulite, i cortei con gli striscioni davanti al Palazzo di Giustizia di Milano, gli osanna ai magistrati, gli sputi e le monetine contro i colpevoli non ancora condannati.

Quegli applausi ai funerali delle vittime del crollo Morandi di Genova (nella foto), comprensibili come erano comprensibili quelli del 1992, sono pericolosi. Bisogna avere il coraggio di dirlo: non promettono nulla di buono. Tantopiù sono pericolosi oggi perché, a differenza del 1992, al governo ci sono loro, i buoni, i puri, i virtuosi, che hanno tutto il dovere, politico, ovviamente, certamente non morale, di usare quegli applausi per il proprio tornaconto elettorale. E’ una bestialità: usare il dolore lancinante che pochi possono capire, per fare tabula rasa di chi li ha preceduti accusandoli di tutto. Chi non ci sta sarà fatto fuori strumentalizzando l’indignazione popolare. Questa è la premessa per una deriva pericolosissima.

I buoni di oggi, i puri, gli immacolati non si fermeranno di fronte a nulla. Devono corrispondere all’indignazione popolare con la ferocia che non ha tempo di distinguere i colpevoli dagli innocenti.

Il partito dei buoni se la prenderà con i tecnici nominati dalla procura di Genova se non diranno che è tutta colpa di Autostrade. Chiederanno la testa del magistrato che non porterà i Benetton in catene in un’aula di tribunale. Insulteranno il giudice che non li condannerà. Organizzeranno la gogna per chi sarà solo sospettato di difendere la legge perché sembrerà che sia schierato con i colpevoli. Basterà un sospetto per finire tra i conniventi. Come in Mani Pulite.

Questi si possono permettere tutto. E il popolo li applaudirà.

Condividi con i tuoi amici










Inviare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.